Ferma i robot spam con semalto

È importante bloccare il traffico cattivo che ti impedisce di raggiungere il tuo sito e di mostrare visualizzazioni false in Google Analytics. Prima di tutto, dovresti capire se il tuo traffico proviene da Google o sono coinvolti i robot. Se noti un imprevisto aumento del traffico, è probabile che non sia legittimo in quanto non hai eseguito correttamente la SEO. In Google Analytics, dovresti visitare la sezione Sorgenti di traffico e verificare la qualità del traffico e gli indirizzi IP. Web crawler, robot o auto-rinfrescanti: puoi nominarli in qualsiasi modo ma non puoi ignorare il fatto che il software utilizza il World Wide Web proprio come i veri umani. Sfortunatamente, non danno alcun vantaggio ai tuoi siti Web e fingono solo di agire come persone, offrendoti un sacco di visualizzazioni. D'altra parte, potrebbe non essere possibile per chiunque indirizzare molto traffico sul proprio sito Web a causa della forte concorrenza. Puoi finire i tuoi sforzi avendo robot in grado di de-indicizzare il tuo sito nei risultati del motore di ricerca. Google cerca solo collegamenti e pagine che forniscono agli utenti informazioni reali e autentiche. Se hai molti spambots che sembrano veri umani, devi cercare soluzioni nei forum in cui vengono spesso discusse le attività anti-spam. E se sei stanco dei robot invisibili, i bot e il malware sono stati progettati per offrire visualizzazioni di pagina, hit falsi e forse clic su link di affiliazione, senza che tu possa generare lead reali.

Per fortuna, è possibile sbarazzarsi di robot e spam tenendo presente alcune cose importanti. A questo proposito, Max Bell, il Customer Success Manager di Semalt , ti offre di prendere in considerazione i seguenti suggerimenti:

Il problema con i robot

Puoi capire il vero problema dei robot solo considerando alcuni degli esempi. Il primo esempio è che se hai i bot di Google, questi sono generalmente progettati per offrirti visualizzazioni di pagina simili a quelle umane. Potresti anche soffrire di robot progettati per forzarti ad aggiornare le tue pagine web. Entrambi visitano i tuoi siti, aumentando il traffico e gli hit di analisi. Hanno una frequenza di rimbalzo elevata e trascorrono poco tempo sulle pagine Web. L'unica differenza tra questi due robot è che i robot di Google fanno qualcosa di utile, fornendo i dati per indicizzare i tuoi siti, mentre i robot di aggiornamento aumentano notevolmente le statistiche del traffico, mettendo a repentaglio i tuoi programmi di affiliazione. Pertanto, è molto importante identificare i robot e prevenirli il prima possibile. Non devi fare molto in quanto Google fornisce molti programmi e strumenti per semplificare il tuo lavoro. Gli spammer potrebbero bloccare i loro robot per qualche tempo, ma il blocco al tuo fianco dovrebbe essere permanente per risultati migliori.

Blocco del traffico indesiderato di bot

È possibile bloccare il traffico indesiderato di bot con i file .htaccess. Se blocchi i bot in questi file, sarai in grado di migliorare le prestazioni generali del tuo sito web. Utilizzando questo metodo, è possibile bloccare solo i robot che possono essere identificati e sono noti come spambots. Se i robot si identificano come utenti legittimi, è meglio bloccare i loro indirizzi IP il prima possibile. Non è possibile bloccare tutti i robot fino a quando non si determinano i loro indirizzi IP e si regolano le impostazioni nel proprio host web.

Un altro metodo è bloccare i bot usando i tuoi file .htaccess. È anche importante bloccare il maggior numero possibile di indirizzi IP o sostituire gli indirizzi IP non sicuri con quelli sicuri. Se sei un utente di WordPress, devi gestire un cattivo traffico bot poiché questa è la piattaforma in cui gli hacker attaccano i file in gran numero. Puoi modificare il tuo file .htaccess e inserire diversi codici per stare al sicuro su Internet.